Prof. Riccardo D'Auria

Politecnico di Torino


Luogo e data di nascita:

Roma, 3 Aprile 1940

Titoli accademici:

Si e` laureato a Torino (1963), relatore Prof. Tullio Regge.


Posizioni precedenti:

E` stato ricercatore INFN (1967-71), assistente e professore incaricato libero docente (1971-80), professore associato (1981-85) e professore ordinario di fisica teorica dal 1986 ad oggi.

Assieme a L. Castellani e P. Fre`e` autore del libro in tre volumi `Supergravity and Superstrings: A geometric perspective', (Word Scientific, Singapore 1990).


Attivita' scientifica:

l'interesse principale della sua attivita` di ricerca e` stato rivolto allo studio dell'unificazione a livello quantistico delle teorie di campo che descrivono le interazioni fondamentali della materia con la gravita` Einsteiniana. Gli strumenti essenziali per condurre questo tipo di ricerca sono stati la Supersimmetria (di cui si attende una possibile conferma all' LHC del CERN),le Teorie di Stringa in cui la supersimmetria giuoca un ruolo essenziale e, dal punto di vista matematico, la teoria dei gruppi la geometria differenziale e la geometria algebrica. Infatti il contenuto della maggior parte delle sue pubblicazioni scientifiche consiste in nuovi sviluppi in questi settori di ricerca .

Contributi piu' significativi:


Tra i contributi piu` importanti menzioniamo brevemente: 1)I contributi dati alla creazione della Teoria di Stringa attraverso i Modelli Duali, quali l'interazione di stringa, la rinormalizzazione, e, soprattutto, la scoperta dell'algebra conforme bosonica e supersimmetrica in due dimensioni che e` alla base della teoria di stringa.
2)La creazione dell'approccio reonomico alla Supergravita`.Esso consiste nel porre come base delle teorie di Supergravita` la geometria del superspazio e il principio fisico della reonomia che seleziona all'interno del superspazio solo i campi fisici della teoria nonche` un nuovo principio variazionale per la costruzione della lagrangiana. citiamo:
a) La creazione di nuove teorie di Supergravita` fino allora di estrema difficolta` a costruirsi nell'approccio delle componenti.Tra queste occupa un posto particolare la teoria D=4, N=2 accoppiata a multipletti vettoriali e ipermultipletti, poiche` in questa teoria e` stata formulata per la prima volta la Geometria Speciale di Kaehler e l'accoppiamento generale degli ipermultipletti in termini di varieta` quaternioniche generali.
b)Nella teoria di Supergravita` in 11 dimensioni l'approccio geometrico ha permesso di mettere in evidenza il supergruppo nascosto che permette di avere un punto di partenza per la comprensione della teoria M; e l'introduzione delle Free Differential Algebras come strumento appropriato per descrivere l'accoppiamento dei tensori antisimmetrici in Supergravita`.
4) L'analisi armonica (includendo i campi spinoriali) nella compattificazione delle teorie da 10 e 11 dimensioni a 4 dimensioni, ricostruendo cosi` lo spettro fisico quadridimensionale e ottenendo nuove varieta`compatte su cui puo` essere effettuata la compattificazione.
5)La formulazione generale in 4 dimensioni della dualita` elettrica-magnetica e la costruzione delle cariche centrali e di materia utilizzando la Geometria Speciale .
Il formalismo usato apre la strada alla scoperta del meccanismo degli attrattori per i buchi neri estremali in Supergravita` o in teoria di Stringa. Estensione della costruzione a dimensioni maggiori.
6)Costruzione di un instantone gravitazionale asintoticamente piatto, che rappresenta praticamente l'unico esempio di tale genere.
7)Costruzione di teorie "no-scale" con gruppi piatti alla Scherk e Schwarz e fenomeno di superHiggs.
8)Costruzione dell'accoppiamento dei multipletti tensoriali nella supergravita` D=4,N=2. Relazione con la dualita` elettromagnetica e i settori non perturbativi della teoria di stringa.
9)Studio delle proprieta` dei buchi neri in supergravita` D=4 e in dimensioni superiori.
10)Nuovi sviluppi nella teoria delle funzioni ipergeometriche generalizzate e nell'algebra spinoriale in ogni dimensione.
Gli articoli scientifici pubblicati hanno ricevuto nel complesso 4466 citazioni.

L'elenco delle pubblicazioni e citazioni e`disponibile sul sito

slac spires

The list of his publications can be found at the site:

slac spires
Ministero dell'Istruzione dell'Università e Ricerca
Università degli Studi di Torino Politecnico di torino Scuola Normale Superiore Università degli studi di Milano Università degli studi di Milano Bicocca Università degli studi di Roma Tor Vergata Università degli studi di Perugia Università degli studi di bologna